Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

"La Giustizia è come il sole. Una società che ne è priva vive nell'ombra. Facciamo entrare il sole della Giustizia nel cuore degli uomini" (D.Ikeda)

Archivio per novembre, 2014

 

Violence-is-not-always-visible

 

 

Oggi è la giornata mondiale contro la violenza sulle donne in tutte le sue forme.

Una giornata per dire “NO” alla violenza di genere.

 

Quando si parla di violenza di genere ci si riferisce a quel tipo di violenza diretta ad una persona solamente perchè donna, che sia essa compagna, figlia, madre. La violenza di genere può assumere varie forme ed è in larga parte un problema di cultura, nel senso che è la società stessa, compresa quella italiana, che rafforza le disuguaglianze e i diversi ruoli che la società affida all’uomo e alla donna in virtù del loro sesso. Spesso è alimentata da pregiudizi,  ad esempio nella violenza domestica,quella che avviente dentro le mura di casa, c’è il classico “nonostante tutto non è andata via”, si esprimono giudizi superficiali che ignorano il disagio interiore che vive la donna che subisce questo tipo di violenza:  il terrore di essere perseguitata o picchiata, la paura di dover combattere questa battaglia da sola, il conflitto tra la violenza subita e il dichiarato amore in ragione del quale il partner giustifica la violenza.

Spesso vengono inquadrate come complici di molestie solamente perchè belle o per aver indossato una maglia un po’ più scollata, non meritevoli di occupare i piani alti di un’azienda perchè potrebbero rimanere incinte oppure proprio perchè considerate meno intelligenti, meno capaci.

 

Potrebbero sembrare concetti ormai superati, eppure non è così, perchè se è vero che alle donne sono riconosciuti gli stessi diritti degli uomini  è anche vero che c’è ancora un vasto substrato sociale formato da uomini ,ma purtroppo anche da donne  non consapevoli delle loro capacità e della loro forza che ritengono di non poter seguire le proprie ispirazioni, di non poter far sentire la propria voce, di dover rispettare il proprio uomo anche quando da compagno di vita si trasforma nel Mostro.

 

Affinchè episodi di violenza non avvengano più è necessaria sì, una sensibilizzazione dell’opinione pubblica e una maggiore tutela da parte delle istituzioni nei confronti di donne che troppo spesso vengono lasciate sole a combattere le loro battaglie, ma è altresì necessaria una presa di coscienza delle stesse circa la loro forza e indipendenza ricordando che: “Una donna deve fare ogni cosa due volte meglio di un uomo per essere giudicata brava la metà. Per fortuna non è difficile”.

 

25000 persone scomparse in Messico, rapite da narcotrafficanti. Donne, mamme che disperatamente cercano i loro figli ma nessuno le aiuta e le istituzioni negano quello che sta succedendo.
Non lasciamo sole queste donne, ascoltiamo il loro grido. Donne Senza Frontiere ha raccolto il loro grido, raccoglilo anche tu e diffondilo.
Guarda il video del 16-11-2014

 

http://www.tg3.rai.it/dl/tg3/rubriche/PublishingBlock-433547f8-3c20-4cef-99fa-f9938b874796.html#

Copyright © 2018 Donne senza frontiere | Movimento per la giustizia - Tutti i diritti riservati | Designed by graphics01.com
Powered by Wordpress